• 0
    Il tuo carrello è vuoto

“Ragazza con l’orecchino di perla” di Vermeer, un quadro inizialmente sottovalutato

“Ragazza con l’orecchino di perla” di Vermeer, un quadro inizialmente sottovalutato

07/09/2020

Oggi come in passato, quando si parla d’arte spesso c’è confusione sulle opere ed il concetto di “arte di qualità” rimane uno dei più discussi. Nonostante i canoni classici siano stati stravolti da artisti come Picasso, il valore di tanti artisti contemporanei non viene mai riconosciuto e questo accadeva spesso anche in passato. Basta vedere le sfortune (a livello artistico) che spesso accompagnavano gli impressionisti, gli espressionisti o prima ancora i naturalisti. Un esempio è Jan Vermeer, naturalista olandese del ‘600 che oggi è famoso in tutto il mondo, ma che durante la sua vita e non solo è rimasto perlopiù sconosciuto.

Jan Vermeer, un artista rimasto nell’ombra fino al 1800

Nonostante avesse un talento innato, Jan Vermeer durante la sua vita è rimasto sconosciuto e solo nell’800, il critico d’arte francese Thoré-Bürger riuscì a far apprezzare le opere del pittore olandese.

In sostanza, ci vollero due secoli affinché fosse riconosciuto il vero valore di opere come “Ragazza con il turbante” (famoso anche con il nome di “Ragazza con l’orecchino di perla”) oppure “Veduta di Delft”. Però a quanto pare la colpa non è soltanto della critica, ma anche di Vermeer che alla sua morte ha lasciato la famiglia sommersa dai debiti e con circa 30 dipinti di piccole dimensioni. In quanto ai quadri venduti mentre l’artista era in vita, si sa poco o niente e persino del famoso quadro “Ragazza con il turbante” non si sapeva niente fino alla fine dell’800. Di conseguenza è possibile che l’artista abbia venduto diversi quadri, ma che siano stati attribuiti ad altri artisti.

“Ragazza con il turbante”, un quadro definito anche come la “Monna Lisa olandese”

Realismo del soggetto, alta cura dei dettagli, rappresentazione vivida della luce, riflessi perfetti negli occhi ed in altre zone del viso e la posa naturale della ragazza sono caratteristiche in grado di permettere all’osservatore di cogliere la bellezza eccezionale di questo quadro, famoso anche come la “Monna Lisa olandese”.

“Ragazza con orecchino di perla”, un quadro acquistato per due fiorini

Nel 1881, quando questo quadro di Vermeer è stato messo all’asta per la prima volta, i partecipanti evidentemente non avevano idea del valore che aveva il dipinto. Infatti, l’asta fu chiusa frettolosamente ed il quadro venduto per soli 2 fiorini ad Arnoldus Andries des Tombe, acquirente consigliato dallo storico Victor de Stuers che durante la sua esistenza ha sempre cercato di evitare che i dipinti di Jan Vermeer venissero acquistati da stranieri. 

Arnoldus Andries des Tombe non aveva eredi ed alla sua morte, nel 1902 decise di lasciare la sua collezione di quadri al museo Mauritshuis dell’Aia. Il quadro “La ragazza col turbante” è tutt’ora ospitato presso questo museo, precisamente al secondo piano, dove viene conservato anche un altro dipinto dello stesso pittore: “Veduta di Delft”. 

Realizzato tra il 1665 ed il 1666 circa, il dipinto “Ragazza col turbante” è un dipinto a olio su tela di misure contenute (44,5 x 39 cm) che oggi finalmente è molto apprezzato dal mondo intero.

Articolo a cura di: Aurora Caraman