• 0
    Il tuo carrello è vuoto

“La passeggiata” di Claude Monet

“La passeggiata” di Claude Monet

14/05/2020

Realizzato durante l’estate del 1875, il quadro di Claude Monet intitolato “La passeggiata”, conosciuto anche come “Donna con il parasole” è uno dei capolavori più rilevanti tra quelli realizzati dal pittore francese.

Conservato presso la National Gallery di Washington, questa famosa tela dipinta dall’artista impressionista raffigura Camille, la moglie di Monet, insieme al loro figlio Jean.

“La passeggiata” di Claude Monet: analisi dell’opera

Il dipinto “la passeggiata” è stato realizzato dall’artista durante la permanenza della famiglia Monet ad Argenteuil. Precisamente, Claude ha voluto immortalare una delle passeggiate che sua moglie faceva insieme al loro figlio durante le calde giornate estive sulle colline di Argenteuil.

La presenza di un ombrello nelle mani di Camille e di un capellino sulla testa di Jean lasciano intendere che la giornata in cui sono stati ritratti era particolarmente calda e dunque ripararsi dai raggi solari era indispensabile, inoltre, a confermare che si trattasse di una giornata calda ci sono anche i colori scelti da Monet per rappresentare i due soggetti e l’ambiente circostante. 

Ammirando il quadro si può dedurre che l’artista, mentre eseguiva il quadro, si trovasse più in basso rispetto alla moglie ed al figlio, infatti, la prospettiva del quadro denota una posizione diversa dell’artista rispetto a Jean e Camille.

La donna ha il busto leggermente ruotato verso sinistra e lo sguardo rivolto verso il basso, forse perché Monet in quell’istante si trovava proprio in basso, alla sua sinistra. Invece il figlio Jean ha un’espressione seria, quasi apatica e lo sguardo rivolto altrove, come se osservasse qualcosa o qualcuno presente dall’altra parte.

Nonostante la famiglia Monet in quel periodo fosse felice, nello sguardo di Camille si può notare un velo di malinconia.

La scelta dei colori e della tecnica pittorica

“La passeggiata” è un quadro chiaro, ben definito, che permette all’osservatore di immedesimarsi nei personaggi ed immergersi in quell’ambiente ad Argenteuil. La scelta dei colori utilizzati dal pittore dona armonia al quadro, mentre la forma data dalle pennellate dona “movimento” al quadro. L’erba risulta mossa, il vestito di Camille ondeggia e queste pennellate dolci ma ben distinguibili ci fanno capire che durante quella torrida giornata estiva, sulle colline di Argenteuil c’era anche un po’ di venticello molto gradevole.

Vivace ma allo stesso tempo delicato, il quadro “La passeggiata” di Monet è solo uno dei capolavori realizzati dal pittore durante la sua permanenza ad Argenteuil.

Le altre versioni del quadro “la passeggiata”

Claude Monet in realtà non ha realizzato solo una versione del quadro “La passeggiata” che è custodito alla National Gallery di Washington. Circa 10 anni dopo aver dipinto il primo quadro, l’artista francese ha creato altre due versioni, ma questa volta i colori appaiono più caldi, aspetto che sottolinea il fatto che questa volta i dipinti sono stati realizzati in orari diversi, probabilmente nel tardo pomeriggio. Non solo, in queste due versioni dipinte in seguito cambiano i soggetti, ovvero al posto di Camille e Jean c’è Suzanne (la seconda moglie del pittore) ed il figlio di quest’ultima.

Articolo a cura di: Aurora Caraman