• 0
    Su cesta está vacía

Vita ed opere di Katsushika Hokusai

Vita ed opere di Katsushika Hokusai

21/07/2020

Katsushika Sori, in arte Katsushika Hokusai (1760-1849) è stato uno dei più importanti artisti giapponesi. Pittore e xilografo, Hokusai ha iniziato a dipingere sin dall’età di 6 anni e tra le sue opere più conosciute c’è “La grande onda di Kanagawa”, lavoro ricco di colori accesi.

Lo stile di Katsushika Hokusai ha ispirato Degas, Toulouse-Lautrec, Gauguin, Van Gogh e tanti altri artisti europei. 

Vita, formazione e opere di Katsushika Hokusai

La formazione dell’artista giapponese ebbe inizio sin da quando aveva 14 anni e Katsukawa Shunsho è stato uno dei primi suoi maestri, uno xilografo che gli ha insegnato lo stile “Ukiyo-e”. Si tratta di uno stile che era molto in voga negli ambienti borghesi giapponesi di quell’epoca (XIX secolo) e le stampe Ukiyo-e principalmente erano utilizzate per decorare gli interni delle case. 

I contorni ben definiti, l’assenza di profondità, i soggetti rappresentati (scene di vita quotidiana, animali, lottatori, cortigiane, uccelli, ecc.) ed i particolari accostamenti cromatici erano i principali aspetti che caratterizzavano questo stile. 

L’artista giapponese rimase nello studio del maestro per ben 19 anni poi, nel 1795 sì unì alla Scuola Tawaraya dove ha arricchito ancor di più la sua tecnica. È proprio in questo periodo che realizzò le immagini bijin-ga in cui venivano ritratte bellissime donne giapponesi, spesso rappresentate in pose sensuali.

Nel 1798, quando aveva 38 anni, Hokusai aprì la sua bottega e qui iniziò a realizzare diverse opere personali, tra cui la serie di 15 volumi Hokusai Manga in cui si possono osservare scene fantastiche mescolate a immagini di vita quotidiana.  Questa serie è considerata anche la base del “linguaggio del fumetto” in quanto nei volumi si vedono una serie di immagini che sembrano essere eseguite per mostrare gli avvenimenti di un determinato periodo, lo scorrere del tempo.

Nel 1820 l’artista era molto conosciuto, anche se il suo capolavoro assoluto risale al 1831, quando egli aveva settantuno anni. Parliamo della serie “Trentasei vedute del monte Fuji” che comprende anche l’opera “La grande onda di Kanagawa”, uno dei più importanti lavori dell’arte orientale.

Katsushika Hokusai, un artista che ha ispirato gli impressionisti europei

Lo stile artistico del pittore e xilografo giapponese ha ispirato diversi impressionisti europei, soprattutto Van Gogh e Gauguin che ammiravano particolarmente la scelta dei colori di Hokusai ed i soggetti che l’artista giapponese ritraeva.

In Europa, le opere di Hokusai divennero famose in una maniera abbastanza bizzarra: le sue stampe venivano utilizzate come cartoline oppure per incartare oggetti preziosi che venivano spediti dal Giappone.

Sempre impegnato a migliorare il suo stile ad alla ricerca della perfezione artistica, Hokusai ha lavorato fino alla sua morte, ovvero fino all’età di ottantanove anni. Si narra che avesse il desiderio di vivere fino a 130 anni, così avrebbe potuto raggiungere l’assoluta perfezione artistica. Egli infatti era convinto che l’arte migliorasse con il passare degli anni e riteneva che nessun’opera che aveva realizzato prima dei suoi 70 anni avesse valore. 

Oggi numerose copie delle sue creazioni possono essere ammirate presso diversi musei sparsi per il mondo: British Museum di Londra, Metropolitan Museum of Art di New York, ecc.

Articolo a cura di: Aurora Caraman