• 0
    Su cesta está vacía

Quello che non sai su Amedeo Modigliani

Quello che non sai su Amedeo Modigliani

03/04/2020

Amedeo Modigliani è stato uno dei più importanti pittori del ‘900 e le sue opere oggi valgono un patrimonio, ma non tutti conoscono alcune curiosità che riguardano la vita e le opere dell’artista maledetto.

Curiosità sulla nascita di Modigliani

Una prima curiosità sulla vita di Amedeo Modigliani riguarda il momento della sua nascita. Quasi tutti sono a conoscenza del fatto che l’artista nacque a Livorno il 12 luglio 1884 da madre francese e padre italiano, ma pochi sanno che l’artista è venuto al mondo mentre in casa c’erano gli esattori delle tasse. All’epoca gli esattori non potevano portar via quel che era presente sul letto di una partoriente quindi Amedeo venne alla luce in mezzo a svariate cose che la famiglia aveva ammucchiato sul letto della mamma. 

Quando è nato Amedeo la sua famiglia era andata in rovina dopo la bancarotta dell’impresa che aveva il padre, quindi per riuscire a proteggere i beni più preziosi che erano rimasti ed evitare che gli esattori portassero via tutto, i membri della famiglia avevano messo tutto sul letto della partoriente.

Era velocissimo ad eseguire i ritratti

Una curiosità che riguarda le opere dell’artista sta nel fatto che riusciva ad eseguire ritratti in maniera molto veloce. A quanto pare gli bastavano solo due sedute per finire un ritratto e dicono che non ritoccava mai i suoi lavori.

La prima esposizione personale si concluse il giorno dopo la presentazione

Nonostante dalla sua parte avesse il favore della critica, la galleria in cui Amedeo Modigliani organizzò la sua prima esposizione personale fu chiusa il giorno dopo la presentazione in quanto le opere dell’artista livornese erano considerate un oltraggio al pubblico pudore. Soprattutto i suoi nudi erano considerati scandalosi.

Nel ritratto che ha fatto a Léopold Survage il soggetto ha un occhio “accecato”

I dipinti di Amedeo Modigliani sono famosi soprattutto per i colli lunghi dei suoi soggetti e per gli sguardi quasi inesistenti. Infatti, il pittore non dipingeva quasi mai gli occhi. Si trattava di una sua scelta personale, di un modo in cui cercava di rappresentare l’introspezione dei suoi soggetti. Anche quando ha eseguito il ritratto del suo amico pittore Léopold Survage l’artista ha evitato di dipingere gli occhi dell’amico per come fossero realmente. Guardando il ritratto si può vedere Survage che ha un occhio sano ed uno accecato. Quando l’amico ha chiesto ad Amedeo per quale motivo lo aveva ritratto così l’artista livornese gli ha risposto che in questo modo con un occhio poteva guardare il mondo mentre con l’altro poteva guardare dentro di sé.

Era uno spirito agitato

Che Amedeo Modigliani nonostante la sua malattia fosse un grande bevitore ed una persona che abusava di droghe di ogni genere è cosa nota, ma non tutti sanno che spesso era molto agitato e talvolta persino violento. Si dice che una volta ebbe uno scontro persino con Utrillo, amico con cui si era ubriacato e con cui fu ritrovato la mattina dopo, mentre dormivano abbracciati su un marciapiede. Il motivo della lite? Decidere chi tra i due fosse il pittore migliore.

Articolo a cura di: Aurora Caraman