• 0
    Su cesta está vacía

“La colazione dei canottieri”: uno dei quadri più coinvolgenti di Renoir

“La colazione dei canottieri”: uno dei quadri più coinvolgenti di Renoir

13/03/2020

Se pensiamo all’Impressionismo, Pierre Auguste Renoir è uno dei primi nomi che ci vengono in mente. Parliamo infatti di uno dei principali esponenti della corrente impressionista, pioniere di un’epoca in cui la pittura “en plein air” e la voglia di emergere degli artisti che avevano abbracciato il movimento impressionista erano tangibili. 

Sono tanti i quadri famosi che ci ha lasciato il pittore francese, ma tra tutti “La colazione dei canottieri” è quello che riesce a coinvolgere di più l’osservatore. Ammirando questa opera sembra di riuscire a sentire le risate dei soggetti presenti, i profumi delle tavole imbandite, i dialoghi dei presenti, il calore della bella giornata che avvolgeva i clienti del ristorante, ecc. 

“La colazione dei canottieri” - cosa rappresenta il quadro e dove è stato eseguito

Realizzato nel 1881, questo dipinto famosissimo di Pierre Auguste Renoir è stato creato dall’artista mentre si trovava il un piccolo villaggio che costeggiava la Senna. Conservato presso il Philips Collection of Washington, il dipinto ritrae una scena comune, un momento della vita quotidiana in cui i canottieri pranzano insieme a conoscenti ed amici. 

Da sempre amante delle scene quotidiane che ritraeva presso i caffè ed i parchi parigini, Renoir in questo caso abbandona la grande città e ritrae una scena fuggevole che grazie alla sua tecnica e maestria è immortale. Attraverso questo quadro possiamo conoscere le abitudini dei francesi di quell’epoca, i loro gusti in materia di cibo, la moda che caratterizzava quei tempi, gli hobby, ecc. 

“La colazione dei canottieri” è dunque un quadro che possiamo considerare simile ad una fotografia, un dipinto che ritrae un ricordo, che immortala una scena di vita quotidiana. 

È noto che tantissimi impressionisti, dopo l’invenzione della fotografia si sono ispirati alle tecniche che permettevano di fotografare istanti di vita e probabilmente anche Pierre Auguste Renoir, quando ha realizzato questo capolavoro ha preso spunto dalla fotografia. Infatti, osservando il quadro si può percepire la volontà del pittore di fermare gli attimi sfuggenti. Le pennellate diventano più brevi e rapide, i colori prendono il posto dei contorni e lo studio della luce, nonché dei suoi riflessi, sostituisce l’analisi delle proporzioni.

Perché Renoir ha scelto questo sito

Come anticipato, questo dipinto è stato realizzato in un piccolo villaggio lungo la Senna. Precisamente parliamo di un paesino sull’isola di Chatou, dove era presente il ristorante Fournaise, un piccolo ritrovo dei canottieri che prima era un semplice noleggio per le barche. Costruito dal falegname Alphonse Fournaise nel 1857, dopo i primi anni di attività il noleggio si trasformò in un ristorante e piccolo albergo che ospitava i canottieri e non solo. In questo luogo anche Renoir amava trascorrere le giornate, insieme alla sua amata Aline.

I soggetti presenti nel quadro

Sono 14 i soggetti dipinti da Pierre Auguste Renoir, amici del pittore e la sua compagna Aline, che sta giocando con un cagnolino. 

Questo è l’ultimo lavoro di Renoir prima della sua partenza per l’Italia, dove apporterà diversi cambiamenti alla sua tecnica pittorica.

Articolo a cura di: Aurora Caraman