• 0
    Il tuo carrello è vuoto

Street Art al femminile

Street Art al femminile

14/06/2019

Quando si parla di Street Art erroneamente si pensa subito all’universo maschile, ma in realtà anche le donne sono protagoniste di questa corrente artistica innovativa. Tra gli Street Artist troviamo anche nomi femminili, artiste di tutto rispetto che nulla hanno da invidiare ai loro colleghi del sesso opposto. Ecco alcune protagoniste della Scena Urban Internazionale che vale la pena conoscere:

Starfighter

Artista “di strada” che esegue murale iperrealistici in cui i soggetti femminili rappresentano la dualità, rappresenta vulnerabilità e forza dell’universo femminile. Generalmente i soggetti scelti dall’artista appartengono alle comunità dei quartieri in cui vengono realizzati i murales.

Shamsia Hassani

Considerata la prima graffitara afghana, è un’artista del panorama dello Street Art Internazionale che nelle sue opere illustra la difficile condizione delle donne che vivono in un paese strutturato prettamente per gli uomini, come l’Afghanistan. Docente all’Università di Kabul, questa graffitara, attraverso i suoi lavori ha ispirato la generazione contemporanea di artiste urban di tutto il mondo e ogni suo lavoro è considerato una denuncia della condizione delle donne in generale in Afghanistan e non solo.

Alice Mizrachi

I suoi soggetti sono donne e ragazze giovani rappresentate come archetipi sacri ed il messaggio, ancor una volta, riguarda la differenza di genere che tutt’ora è presente ovunque. Attraverso la sua arte, Alice cerca di comunicare la necessità di cambiare le credenze maschiliste, l’urgenza che c’è nel dover cancellare le discriminazioni tutt’ora subite dalle donne di tutto il mondo, anche nel mondo dell’arte.

Swoon

Attivista statunitense ed artista nota sul panorama internazionale, Swoon è una protagonista dello Street Art che attraverso le immagini che crea denuncia numerose questioni ambientali e sociali, spesso anch’essa puntando sulla difficile condizione delle donne nel mondo, che spesso vanno incontro a discriminazioni di ogni genere.

Lady Aiko

Se parliamo di Street Art al femminile non possiamo non nominare lady Aiko, che nei suoi murales dedicati all’universo femminile mescola arte astratta, estetica tradizionale giapponese ed elementi di Street Art contemporanei, creando dei dialoghi tra varie culture.

Kashink

Anche in questo caso parliamo di un’attivista, ma Kashink nei suoi murales tenta di mettere in discussione la definizione di identità ed i canoni estetici. Vive a Parigi ed è considerata una delle artiste più attive dello Street Art.

Alice Pasquini

Street Artist italiana famosa a livello internazionale che generalmente crea figure femminili ed i suoi murales, oltre ad essere presenti in varie città italiane si possono ammirare anche a Buenos Aires, New York, ecc.

Clare Rojas

Dopo aver cambiato diversi stili, Clare Rojas attualmente pare si sia fermata allo stile astratto, concentrandosi sull’armonizzazione del colore, forma e linea.

Miss Van

Quest’artista è una vera protagonista dello Street Art al femminile, in quanto sin da quando aveva 20 anni ha iniziato a dipingere le sue figure femminili sensuali ed inconfondibili sia su tela che su strada ed i suoi lavori sono stato creati in tutto il mondo.

Lady Pink

Icona dello Street Art femminile, Lady Pink è considerata una figura di culto nell’hip-hop e nel 1979 era considerata l’unica donna capace di competere con gli uomini in quest’arte dei graffiti.

Forza di volontà, talento e voglia di contribuire ai cambiamenti sociali sono le caratteristiche principali che accomunano le donne attive nello Street Art, sempre più determinate ad affermarsi quanto i colleghi maschi.

Articolo a cura di: Aurora Caraman